Danza e socialità nell’Aspromonte greco Dance and sociality in Greek Aspromonte

Danza e socialità nell’Aspromonte greco Dance and sociality in Greek Aspromonte.     Certamente sappiamo che la festa e la danza tradizionale erano due elementi indissolubili nel mondo popolare greco-calabro almeno sino alla seconda guerra mondiale. In tutto l’Aspromonte greco comprendendo anche l’area di Cardeto (ellenofona sino al primo novecento) ballare era una condizione decisiva addirittura per potersi sposare. Si facevano chilometri a piedi per ballare nei giorni di festa comandata e la comune vita del paese era sospesa per consentire suono e ballo ininterrotto.…

Musica e strumenti dell’Aspromonte greco The music and instruments of Greek Aspromonte

Musica e strumenti dell’Aspromonte greco The music and instruments of Greek Aspromonte   Il maggior sollazzo dei ricchi e dei poveri è quello di raccogliersi ad udire le belle tragude o canzoni, accompagnate dalla zampogna e dal tamburello che spesso improvvisano sotto le finestre delle donne amate, o radunandosi di sera specie di festa. Cesare Lombroso, In Calabria, (Giannotta Editore, Catania, 1898) La musica e il canto tradizionale sono state in “era pretelevisiva” il divertimento pressoché esclusivo in tutto l’Aspromonte Greco. Con gli anni ‘50…

Una cucina di pastori e contadini Shepherds and farmers’ food

Una cucina di pastori e contadini Shepherds and farmers’ food La cucina tradizionale dell’Aspromonte greco è spartana, “di montagna” ma non per questo priva di sapore e di gustose sorprese. Sino agli anni ‘60 prevalevano alcuni elementi base oggi non sempre reperibili. Per il pane ad es. accanto alla farina di grano era in uso quella di segale, di ghianda o di castagna e varie altre farine “minori”. Per le paste, il grano talvolta si mescolava all’orzo, alla segale, al granoturco e così via. Fra…

L’Area Grecanica oggi fra antiche radici e turismo sostenibile – The Graecanic area today amidst ancient roots and sustainable tourism.

L’Area Grecanica oggi fra antiche radici e turismo sostenibile The Graecanic area today amidst ancient roots and sustainable tourism Area Grecanica? Isola Ellenofona? Dov’è l’Area Grecanica? Ma i confini ed i territori coincidono con la presenza della lingua? A queste semplici domanda sicuramente corrisponde invece una serie più complessa di risposte. L’Area Grecanica coincide con il comprensorio della vecchia Comunità Montana Versante Jonico Meridionale e coinvolge, da Occidente ad Oriente, i territori dei comuni di Melito, San Lorenzo, Bagaladi, Roghudi, Roccaforte del Greco, Condofuri, Bova…

I Riza… La lunga radice dei Greci di Calabria The Riza… the Greek-Calabrian people’s ancient roots

I Riza… La lunga radice dei Greci di Calabria The Riza… the Greek-Calabrian people’s ancient roots I Riza… La lunga radice dei Greci di Calabria The Riza… the Greek-Calabrian people’s ancient roots In principio c’era la Magna Grecia, ma dopo avvenne che… La grecità in Calabria ha radici antichissime che non si limitano alla Magna Grecia ma si legano alla storia del Tema tis Calavrìas, la provincia occidentale dell’Impero Bizantino di cui la regione costituì per secoli un avamposto. Certo rimane un fatto straordinario la…

Bergamotto

Il Citrus Bergamia Risso o più comunemente il Bergamotto è un agrume classificato come, appartenente alla famiglia delle Rutacee, sottofamiglia Mesperidee, genere itrus. Il frutto di forma sferica con un peso medio di 200 grammi, prima della maturazione è di colore verde scuro intenso, dopo giallo, simile al limone. La fioritura di questo avviene nel mese di aprile e i frutti sono raccolti dagli inizi di novembre fino alla fine di marzo. Il suo habitat naturale per fruttificare è in una ristretta fascia costiera della…

Bronzi di Riace

I Bronzi di Riace furono scoperti il 16 Agosto del 1972, nel tratto del mar Jonio antistante il comune di Riace Marina da Stefano Mariottini, un appassionato di immersioni subacquee in vacanza in calabria. Dopo il recupero, venne avviato il restauro a Firenze per svuotare le statue dalla terra di fusione posta al loro interno; lavoro portato a termine tra gli anni 2010/2013 presso la sede del Consiglio Regionale della Calabria. Le due statue, denominate “il giovane” e “il vecchio”, rappresentano un oplita e un…

Melito di Porto Salvo

Melito di Porto Salvo, è un paese che fa parte della provincia di Reggio Calabria, nel cuore dell’Area Grecanica, conta circa 11.000 abitanti, il suo territorio inizia dalle pendici dell’Aspromonte (781 mt.) fino al mare Jonio e dista 30 km. dalla città metropolitana di Reggio Calabria. Molteplici sono i paesaggi che vanno da un territorio con caratteristiche collinari con mandorli, uliveti, fichi d’India e la splendida ginestra, al mare azzurro e cristallino e alle spiagge con la sabbia mista a ciottoli, caratteristica dell’arenile del basso ionio…

Museo Garibaldino

Il Museo Garibaldino è stato costruito nel punto esatto in cui nel lontano 19 agosto 1860 sbarcarono Giuseppe Garibaldi e i mille. Esso è costituito da tre parti: La Stele di Garibaldi, innalzata nel 1960, in commemorazione dello sbarco di Garibaldi, sostituita alla stele originale; una parte sotterranea con le tombe e i resti di alcuni alleati garibaldini, il museo all’interno del quale si possono osservare le armi e gli indumenti di Garibaldi, oltre molti suoi documenti e notizie riguardo lo sbarco. Sulla spiaggia antistante…

Seminara e le sue ceramiche

Il paese di Seminara, in Provincia di Reggio Calabria, è conosciuto in tutto il mondo per la lavorazione della terracotta, che rappresenta il meglio della calabria per la produzione di ceramiche, caratteristica per le sue forme originali e per i colori vivaci. I “maestri pignatari” secondo la più antica tradizione, lavorano l’argilla con pochi strumenti e molta fantasia. Spesso basta un tornio, l’argilla, l’acqua e le loro mani per veder scaturire delle autentiche opere d’arte: maschere, fiasche, borracce modellate a forma di tarallo, di colomba,…