Pentedattilo

13 Lug Nessun commento admin base

Pentedattilo, dal greco penta-Daktylos, ossia CINQUE DITA, è una gigantesca rupe a forma di mano, con abbarbicato alla base il paese. Posto a circa 5,5 Km. da Melito di Porto Salvo la sua altezza è di 450mt. sul livello del mare, nell’area grecanica della Provincia di Reggio Calabria. Un borgo antico, di bellezza notevole e conosciuto in tutto il mondo, e stato ultimamente candidato dall’Unesco come patrimonio dell’umanità, grazie al progetto di recupero del patrimonio storico e urbanistico meglio riusciti in Calabria, e per questo considerato uno dei borghi più belli d’ Italia, raggiungibile a piedi.
Si può visitare la chiesa della Candelora, con la statua marmorea della Statua della Candelora del 1564 dono del Barone Giov. Demetrio Francoperta, la Canonica dittereale, il convento dei Domenicani, i ruderi del Castello e il borgo con le case caratteristiche. Per i turisti, non esperti del posto, saranno a disposizione le guide dei Borghi solidali, un’ associazione fondata per promuovere lo sviluppo locale, che spiegheranno le storie e le leggende del luogo.
Durante il percorso a piedi ci si sente avvolti da un’atmosfera di antico silenzio, immersi in uno scenario che rievoca la tragedia avvenuta in quei luoghi tra gli Abenavoli e gli Alberti. In questo posto incantevole sono stati girati film importanti: Pietro Germi girò “Il Brigante di Tacca di Lupo” nel 1952, Luigi Comencini “Il ragazzo di Calabria” nel 1958 e molti altri ancora degni di questo posto.
Ogni anno, dall’inizio della primavera all’autunno, si organizzano numerosi eventi, i più conosciuti il Festival Palearizza ed il Film Festival di Pentedattilo.